Pesce d’Aprile, storia e idee per divertenti scherzetti

Il primo Aprile è noto per essere il giorno in cui fare scherzi e beffe ad amici e parenti. Ma quali sono le origini di questa tradizione e perché si chiama Pesce d’Aprile?

L’ipotesi più credibile pone le origini di questa tradizione nel XVI secolo, quando il Capodanno veniva festeggiato tra il 23 Marzo ed il 1 Aprile e si usava scambiarsi doni. Durante i primi anni del Cattolicesimo, Papa Gregorio XIII abolì la vecchia tradizione pagana e sancì che i festeggiamenti di Capodanno dovessero avvenire il 1 Gennaio. Questo cambio generò molti malumori, soprattutto tra i pagani che continuarono a festeggiare il Capodanno il Primo Aprile scambiandosi doni assurdi e insignificanti, definiti “sciocchi d’Aprile“.

Per quanto riguarda invece il significato di “Pesce d’Aprile”, ci sono diverse ipotesi. Il primo scherzo documentato in Italia avvenne nel 1878, quando la Gazzetta d’Italia annunciò che il primo Aprile i fiorentini avrebbero potuto assistere nel parco delle Cascine alla cremazione di un mahrajà indiano. Il giorno previsto mentre i fiorentini erano in attesa, uscirono improvvisamente alcuni ragazzini da un cespuglio gridando “Pesci d’Arno fritti!“. Un’altra ipotesi invece sostiene che il nome si riferisce allo zodiaco, qualunque evento avvenuto in quella specifica data veniva infatti connesso al fatto che il Sole lasciava la costellazione dei Pesci.

Oltre che in Italia, il Pesce d’Aprile si festeggia anche in altre parti del mondo:

  • in Francia utilizzano l’espressione “Poisson d’Avril” riferendosi al Sole che lascia il segno dei Pesci per entrare in Ariete;
  • in Germania nel 1530 gli Asburgo decisero di riformare il sistema monetario, gran parte della popolazione attendeva con trepidazione questa riforma per poter approfittare di chi non ne fosse al corrente. La riforma però non fu mai attuata e e gli speculatori ottenere solo scherno dando così vita all'”Aprilscherz“;
  • nei paesi anglosassoni la ricorrenza è collegata al folletto delle corti medievali utilizzando il termine Fool e infatti si chiama “April fool’s day“, il giorno dello sciocco Aprile;
  • in Messico è detto “El dia de los innocentes” e si festeggia il 28 Dicembre. Tutto ciò che si prende in prestito questo giorno, non tornerà più al legittimo proprietario e infatti lo scherzo sta nel convincere i conoscenti a prestare qualsiasi cosa.

Si sa che i bambini amano essere sorpresi e soprattutto fare scherzetti. Ecco alcuni scherzi per bambini da fare in occasione del Pesce d’Aprile:

  • Congelare latte e cereali. Mettete una ciotola di latte e cereali nel congelatore, al mattino prendete le ciotole surgelate e aggiungete un tocco di latte fresco in cima. I bambini faranno delle facce buffe mentre cercheranno di mangiare i cereali congelati provando a scavare nella colazione insolita con il cucchiaio.

Senza titolo-1.jpg

(Fonte: Kid activities blog)
  • Finte uova. Realizzate delle finte uova con yogurt alla vaniglia e pesche sciroppate.

uovopesca.630x420.jpg

(Fonte: Serendipity from jewels)
  • Ovetti di cioccolato o uva? Il primo Aprile non è poi così lontano da Pasqua, per cui gli ovetti di cioccolato sono facilmente reperibili. Scartate qualche cioccolatino e sostituitelo con chicchi d’uva.

6c24ad499a6d340e43401a2ddd33a5d9.jpg

 

Ricordate che i bambini si divertono a fare scherzetti, ma non amano invece essere vittime. Fate scherzi innocui e che durino poco per non rovinare l’atmosfera giocosa di questa giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...